www.gruppocanoeroma.it > Canoa e Kayak in Mare


COSTIERA AMALFITANA
Quattro giorni lungo la "Divina Costiera"
dal 2 al 5 giugno 2011

Il 2011 è purtroppo un anno povero di "ponti" e perciò nella pianificazione del nostro "CanOario" abbiamo dedicato una particolare cura a quello che va da giovedì 2 a domenica 5 giugno. La scelta è stata quella della Costiera Amalfitana, uno dei tratti più affascinanti delle coste italiane, che conosciamo bene ma dalla quale mancavamo da parecchio tempo.

Lo spunto ce l'ha dato la seconda edizione del Raduno "La Divina Costiera", organizzato dagli amici di "Amalfi Coast Sea Kayak" (www.amalfikayak.it): il programma del Raduno prevede per il sabato la percorrenza della costa da Vietri sul Mare a Positano e per la domenica il percorso inverso, dopo aver pernottato a Positano con le tende in spiaggia. Il team "marino" del GCR (o almeno chi ha potuto partire già dal giovedì) ha aggiunto al già allettante programma del Raduno due giorni nella zona di Punta Campanella con base in campeggio a Marina del Cantone in modo da navigare, per un totale di circa 100 Km., lungo tutta la Costiera.

La nostra scelta si è rivelata particolarmente "azzeccata": abbiamo potuto godere di due giornate nella parte più solitaria della Costiera prima di immergerci, accolti con calore e professionalità dagli organizzatori del Raduno, nei due giorni della manifestazione. Il Raduno ha visto la partecipazione di oltre 50 canoisti provenienti da tutta Italia ed è stato veramente bello pagaiare con tanti amici - vecchi e nuovi - con cui condividiamo la nostra passione. Abbiamo particolarmente apprezzato lo "stile organizzativo" che Antonio, Gildo, Alberto e gli altri hanno dato al Raduno: tutto ha funzionato con una perfezione nordeuropea (orari rispettati, assistenza in acqua, ristori) ma in un clima di rilassatezza e di tranquillità molto mediterraneo.

Di seguito un breve diario giornaliero.

Giovedì 2 giugno

Partiti molto presto da Roma ci ritroviamo tutti a Marina del Cantone alle 12:30. Siamo in sette: Antonio Angelo, Carmine Puzo, Francy Gastaldi, Marzio Pistilli, Nino Vasta, Rossella Spano e Valentino Romano. Il campeggio "Nettuno" è in riva al mare in una posizione molto comoda. Scaricate le canoe dalle auto decidiamo di rimandare a questa sera il montaggio delle tende: il mare ci chiama prepotentemente.
Alle 14:10 siamo in acqua e ci dirigiamo a Ovest in direzione di Positano. Costeggiamo a un palmo dalla scogliera altissima infilandoci in ogni anfratto e insenatura. Di fronte a noi "Li Galli", un gruppo formato da tre isolotti che la leggenda identifica con la dimora delle Sirene: il pensiero corre al mito di Odisseo, che abbiamo già toccato con le nostre pagaie circumnavigando Itaca nel 2007, e le nostre piccole imbarcazioni scivolano sul mare ricco di Storia... In breve, superati lo Scoglio Scruoppolo e quello dell'Isca, eccoci - dopo circa 3 Km - nella pittoresca insenatura di Marina di Crapolla. Superiamo Punta Taschero, Punta S.Elia, Cala Cerva. Alle 15:55 abbiamo percorso circa 10 Km e decidiamo di sbarcare sulla bella spiaggia di Tordigliano, subito prima di Punta Germano. Dietro la Punta c'è Positano, mancherebbero meno di 3 Km ma decidiamo di non proseguire perché il tempo sembra cambiare e poi dobbiamo ancora - tornati al camping - montare le tende. La spiaggia di Tordigliano è tutta per noi, la strada statale della Costiera scorre tortuosa in alto, ci godiamo una sosta di circa mezz'ora. Sui monti alle nostre spalle vanno addensandosi nubi che non promettono niente di buono. Alle 16:38 ci imbarchiamo per il ritorno: andiamo senza cincischiare troppo e alle 18:05 sbarchiamo a Marina del Cantone; abbiamo percorso complessivamente 20 Km.
Montate le tende andiamo in pizzeria. La passeggiata del dopo cena è "allietata" da un acquazzone che ci costringe alla ritirata.

Visualizza il percorso del 2 giugno in Google Earth

 

     
Francy e Valentino Carmine Lo Scoglio dell'Isca
Rossella, Antonio e Carmine
 allo Scoglio dell'Isca
In navigazione: Li Galli sullo sfondo Rossella, Marzio e Valentino
  Marzio Marzio, Rossella e Valentino
La costa spettacolare Marzio si affaccia Valentino
Sulla spiaggia di Tordigliano Sulla spiaggia di Tordigliano Francy
Marzio, Valentino e Rossella Sulla via del ritorno Francy
   
  Rossella allo Scoglio Scruoppolo  
     

Venerdì 3 giugno

L'acquazzone di ieri sera ha lasciato il posto a una grandiosa giornata di sole. Oggi navigheremo nella direzione opposta, verso la vicina Baia di Ieranto e Punta Campanella in direzione di Massa Lubrense, sul versante della Penisola Sorrentina che si affaccia sul Golfo di Napoli. A dire il vero avevamo fatto un pensierino alla breve traversata fino a Capri e ai suoi Faraglioni ma i nostri amici "locals", cui abbiamo chiesto un parere telefonico, ce l'hanno sconsigliata: è vero che sono appena 5 Km da Punta Campanella ma il traffico di barche a motore li rende più insidiosi di un'autostrada, specialmente in una giornata semifestiva come oggi.
Alle 10:15 ci imbarchiamo e dopo circa 3 Km eccoci nella bellissima e appartata Baia di Ieranto dove per il momento non sbarchiamo. Proseguiamo fino a Punta Campanella (4,5 Km dalla partenza): la Punta segna il confine tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno. Qui sostiamo guardando Capri e i Faraglioni, vicinissimi. Ci basta qualche minuto di osservazione per constatare che proprio "non è cosa": c'è un via vai di barche, panfili, traghetti e aliscafi... niente traversata, almeno per oggi. Proseguiamo in direzione di Massa Lubrense e alle 11:15 (6,6 Km dall'imbarco) sbarchiamo sulla spiaggia ciottolosa di Cala di Mitigliano. Sostiamo al sole tra un bagno e l'altro rimirando Capri proprio di fronte a noi. Alle 11:55 siamo di nuovo in kayak: superiamo Punta di Vàccola e Punta San Lorenzo. Alle 12:25 (9 Km) decidiamo di tornare indietro (tranne Nino che continua ancora un po'). Tornati nella Baia di Ieranto (14 Km dall'inizio), questa volta sbarchiamo per la sosta pranzo. Ci fermiamo per circa un'ora. Sarebbe bello restare ancora in questo posto incantato ma nel pomeriggio ci attende il trasferimento a Vietri sul Mare per il Raduno "La Divina Costiera" e quindi alle 14:20 eccoci in acqua per la breve pagaiata fino a Marina del Cantone dove sbarchiamo alle 14:40 dopo aver percorso complessivamente 17,5 Km.
Smontate le tende, caricati i kayak sulle auto, si parte per Vietri percorrendo la bellissima (e trafficatissima) SS163 della Costiera Amalfitana. La strada è sinuosa e panoramica, un susseguirsi di curve, e attraversa tutti i centri abitati della Costiera... molto bella anche se sicuramente in kayak è meglio e sicuramente meno stressante...
Arrivati finalmente a Vietri sul Mare ci ritroviamo allo stabilimento "California" con gli altri canoisti giunti per il Raduno. Il "drappello" del GCR sale a 12 elementi: si aggiungono infatti Fabrizio De Luca, Rossella Savelli, Maria Pina, Giulio Pardi e il suo amico Fabiano. L'accoglienza da parte degli organizzatori è calorosa, incontriamo tanti vecchi amici, scarichiamo il materiale in spiaggia e, accompagnati da Gildo, andiamo a parcheggiare in centro in uno spazio riservato per noi.
Purtroppo nel frattempo ha iniziato a piovere ma questo non frena il nostro entusiasmo. Ceniamo tutti insieme e poi, montate le tende, andiamo a dormire pregustando la pagaiata dell'indomani...

Visualizza il percorso del 3 giugno in Google Earth

 

     
Marina del Cantone La Torre di Montalto Carmine con Capri sullo sfondo
Punta Campanella Punta Campanella - Sullo sfondo
i Faraglioni di Capri
Rossella e Valentino
Francy Valentino Carmine
Nino sbarca a Cala di Mitigliano Cala di Mitigliano Cala di Mitigliano
Marzio A Punta di Vàccola Carmine
Francy Nella Baia di Ieranto Nella Baia di Ieranto
     

Sabato 4 giugno

Alle 7:00 mettiamo la testa fuori dalla tenda e constatiamo felicemente che E' ESTATE!! La pioggia di ieri sera è solo un ricordo e la giornata si presenta nel migliore dei modi. La spiaggia si sta animando dei partecipanti al Raduno, in particolare dei tanti che vengono da più vicino e arrivano quindi solo questa mattina.
Antonio, Gildo, Alberto e gli altri dello staff organizzativo non si fermano un minuto, danno retta a tutti con gentilezza e disponibilità. Già alle 9:00 la maggior parte delle canoe è sulla battigia pronta all'imbarco, mentre gli ultimi arrivati si affrettano chi è già pronto chiacchiera al sole.
Alle 9:45 prendiamo il via: siamo un bellissimo e variopinto gruppo di più di 50 kayak, molti i biposto.
Navighiamo appiccicati alla costa, ciarlieri e sorridenti. Superata Punta Fuenti sostiamo davanti all'abitato di Cetara per raggrupparci, poi proseguiamo superando Erchie, la Torre di Tummolo, Capo d'Orso, Torre di Badia. Poco dopo questa torre ci fermiamo meravigliati ad ammirare una grotta in cui si riversa, formando una piccola cascata, un torrente proveniente dalla costa alta e lussureggiante di vegetazione (7,5 Km da Vietri). Alle 11:30, dopo circa 9,0 Km dalla partenza, sbarchiamo per una sosta sulla spiaggia del Cavallo Morto, ai piedi di un'alta parete.
Alle 12:20 siamo di nuovo in kayak. Poco dopo entriamo tutti (tutti insieme) nella grandissima Grotta Pandora, ricca di stalattiti e stalagmiti. Superate Maiori e Minori troviamo un altro dei punti caratteristici del percorso: la Cascata di Marmorata, un getto di acqua dolce che si getta direttamente in mare. Proseguiamo ancora lungo la costa, ornata da case e ville che qui - al contrario che altrove - non disturbano la vista per come sono integrate nel paesaggio, e da terrazzamenti con coltivazioni di coloratissimi e giganteschi limoni. Giunti ad Atrani sostiamo in acqua per compattare il gruppo e poco dopo - superato il porto - sbarchiamo ad Amalfi alle 13:45 (16 Km da Vietri) sulla spiaggia dove si trova la sede dell'Amalfi Coast Sea Kayak. Poco dopo è pronto il pranzo...

Alle 16:00 ci imbarchiamo per proseguire verso Positano, dopo aver salutato Nino che torna a Vietri in "solitaria". A Vèttica i più accorti possono passare sotto il suggestivo "Arco degli Innamorati" che invece sfugge a chi si tiene più al largo. Superato Capo di Conca eccoci a Conca dei Marini. Poco dopo entriamo, alle 16:45, nel Fiordo di Marina di Furore (21,1 Km da Vietri, 5,1 Km da Amalfi) e sbarchiamo sulla spiaggia dell'incantevole borgo immortalato nel film "Furore" di Roberto Rossellini. Alle 17:30 riprendiamo il mare: superata Praiano doppiamo Capo Sottile e siamo in vista di Positano. Poco dopo Vèttica Maggiore ci infiliamo in una bella grotta a doppia entrata e, procedendo tra giardini di roccia, superiamo Arienzo, la Spiaggia Grande di Positano e sbarchiamo sulla spiaggia di Fornillo. Sono le 18:45 e abbiamo percorso in tutto 28 Km.
Montiamo le tende in spiaggia e poco dopo ci godiamo il tramonto dalla terrazza in riva al mare sorseggiando un aperitivo. La cena è stata organizzata nel ristorante "Pupetto", sulla stessa spiaggia: ottima e abbondante. Dopo cena raggiungiamo a piedi Positano con il percorso pedonale che collega Fornillo al centro storico e ci disperdiamo nei vicoli.

Visualizza il percorso del 4 giugno in Google Earth

 

     
Pronti sulla spiaggia di Vietri Fabrizio e Valentino Alberto, Lucia e Marzio
  Rossella  
Rossella Savelli Antonio Fabrizio, Marzio e Maria Pina
    A Cetara
  Erchie Erchie
Erchie    
Giulio L'arrivo alla Spiaggia di Cavallo Morto L'arrivo alla Spiaggia di Cavallo Morto
Carmine, Maria Pina e Marzio Spiaggia di Cavallo Morto Spiaggia di Cavallo Morto
Spiaggia di Cavallo Morto   Francy
La Grotta Pandora La Grotta Pandora Fabrizio
All'interno della Grotta Pandora All'interno della Grotta Pandora Marzio e Maria Pina
All'interno della Grotta Pandora All'interno della Grotta Pandora Verso Maiori
Minori La Cascata Marmorata La Cascata Marmorata
  Rossella e Valentino ad Atrani Atrani
Atrani Nino Carmine ad Amalfi
Amalfi Sulla spiaggia ad Amalfi Si riparte da Amalfi
    L'Arco degli Innamorati
Conca dei Marini L'ingresso del Fiordo di Marina di Furore Marina di Furore
Marina di Furore Rossella e Fabrizio Marina di Furore
Rudy, Renato e Alberto    
  Rossella  
    Verso Positano
Positano Le tende sulla Spiaggia di Fornillo A cena
   
  A cena  
     

Domenica 5 giugno

Ci svegliamo sotto un cielo piuttosto grigio. Smontiamo le tende, facciamo colazione e alle 9:00, con straordinaria puntualità, siamo in kayak (tranne Fabrizio e Rossella che rientrano a Roma). Piove a tratti ma la cosa non ci disturba più di tanto... Oggi si torna a Vietri sul Mare e quindi il percorso è lo stesso del giorno precedente ma al contrario: questo permette a chi ieri si è fatto sfuggire qualche tratto particolarmente interessante di "recuperare". Pagaiamo rilassati, ognuno autonomamente, e di tanto in tanto ci fermiamo per compattare il gruppo. Alle 11:25, dopo 13 Km., sbarchiamo ad Amalfi sulla stessa spiaggia del giorno precedente. La sosta di due ore permette la visita di Amalfi e ci disperdiamo nella cittadina sotto una pioggerellina fitta. Alle 13:35 ci imbarchiamo e ricominciamo a pagaiare. Dopo 12 Km., alle 15:25 i primi arrivano a Cetara; non piove più ed è uscito il sole. Aspettiamo in acqua l'arrivo di tutti e sbarchiamo sulla spiaggia del paese dove ci attende un bel rinfresco. Alle 16:45 ci imbarchiamo: ci restano da percorrere gli ultimi 3 Km fino a Vietri sul Mare, dove arriviamo alle 17:10.

Non ci resta che sistemare il materiale e le canoe e dopo una meritata doccia rilassarci in attesa della ricca riffa finale con tanto materiale utile a chi va per mare e della cena con tanto di gruppo musicale.

E' il momento di salutare i tanti compagni di pagaia e soprattutto di ringraziare i bravissimi e simpatici amici di "Amalfi Coast Sea Kayak", con la promessa di rivederci ancora da queste parti.

Visualizza il percorso del 5 giugno in Google Earth

 

     
Francy e Valentino a Positano    
Fabiano e Giulio Antonio di "Amalfi Coast Sea Kayak"  
  Valentino  
  Rossella  
Francy    
Rossella Maria Pina  
Alberto e Lucia Ruggieri, la più giovane
canoista al Raduno
   
  Antonio di "Amalfi Coast Sea Kayak" Maria Pina e Marzio
    Maria Pina e Marzio
L'arrivo a Cetara L'arrivo a Cetara Il rinfresco
Il rinfresco Maria Pina e Marzio L'arrivo a Vietri sul Mare
 
La festa finale   Dulcis in fundo...
     

Altre uscite in questa zona in gruppocanoeroma.it
dall'1 al 4 maggio 2003: da Castellammare di Stabia a Salerno (passando per Capri)

15 e 16 marzo 2003: Penisola Sorrentina e Baia di Ieranto

 

Torna indietro

 

Home

Privacy e Cookie Policy